#News dal mondo social

Dopo le festività pasquali il consueto appuntamento con le ultime novità in campo social esce un pò in ritardo ma è ancora più ricco! Leggete un pò ….

SE LO STREAMING DIVENTA PRATICA DI MASSA

Dopo circa una settimana dal rilascio non si arresta la passione per Periscope, l’app rilasciata da Twitter che consente a ciascuno di divenire un broadcaster, subito accostata a Meerkat altra app che consente di fare più o meno la stessa cosa (trasmettere riprese in diretta) anche se con qualche differenza. Entrambe disponibili solo per Ios (anche se per Periscope si promette il pronto rilascio della versione Android) le due app non aggiungono molto rispetto ad altri servizi di live streaming già disponibili (Ustream tra gli altri) se non la estrema semplicità di uso e il collegamento diretto con Twitter. In questi giorni la battaglia per accaparrarsi la fetta maggiore di un mercato che sembra pronto e sensibile a passare dall’altro lato della cinepresa o a condividere in diretta il broadcast altrui si è combattuta a colpi di aggiornamenti e nuove funzionalità. Twitter ha rilasciato già il primo aggiornamento di Periscope che, in parte rispondendo anche al feedback dei primi utenti, disattiva le notifiche (che rischiavano di essere troppo invadenti) e, guardando alla privacy, consente una visualizzazione della posizione di chi sta trasmettendo meno dettagliata di prima. Meerkat ha risposto consentendo di caricare automaticamente su Youtube il video realizzato sulla app semplicemente inserendo  l’hashtag #Katch. Quale che sia il vincitore, in un mercato estremamente fluido in cui potrebbero a breve inserirsi altri colossi quali Google e Facebook, è probabile che più che allo streaming di massa questi servizi, per loro natura asimmetrici (ovvero appunto broadcast di trasmissione one to many), si adattino meglio alle esigenze di personaggi famosi (che non a caso hanno fatto da traino al successo di Periscope in Italia) e di aziende data la semplicità e il basso costo di realizzazione.

meerkatperiscope

FACEBOOK DALL’F8 AI GUAI CON LA PRIVACY

Dopo le numerose novità annunciate nel corso della recente conferenza F8 il colosso social è incappato nuovamente nei guai per questioni di privacy. Dalla trasformazione di Messenger in una vera e propria piattaforma ricchissima di applicazioni (tra cui la possibilità di inviare denaro direttamente tra amici e quella di interagire con le aziende), all’integrazione di video e commenti tra il social network e i siti web in modo che sia più facile la gestione e la moderazione di questi contenuti per aziende e brand fino all’introduzione di video a 360 gradi che simulano la realtà virtuale l’ambizione di Zuckerberg è chiara: divenire sempre di più la destinazione finale sul web, il luogo in cui gli utenti possano trovare tutto ciò che cercano, amici, notizie, intrattenimento, shopping ecc. In questo glorioso cammino però anche i Big commettono qualche inciampo. Secondo il Wall Street Journal, infatti, Facebook sarebbe indagato in numerosi paesi europei per la sospetta violazione della privacy dei dati dei cittadini. Secondo uno studio commissionato dalla Belgian Privacy Commission attraverso il tasto ‘mi piace’, inserito praticamente su tutte le pagine web, la piattaforma social sarebbe in grado di monitorare la navigazione degli utenti carpendone dati anche senza che questi vi siano iscritti o siano loggati in quel momento. Nonostante la pronta negazione di Facebook (che attualmente risponde solo  all’autority irlandese) questa notizia ha destato non poco scalpore tanto da provocare una sorta di call to action promossa da uno studente austriaco che sembra deciso a portare in tribunale il colosso del web.

facebook information

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...